sabato 25 gennaio 2014

Tratto da "Avventure di un gay perbene" - Stella JoLì

...Lo seguii verso la toilette, con la speranza che non ci fosse nessuno ad espletare i suoi bisogni.
Dario si guardò allo specchio:
“Proprio qui, sembra che mi sia fatto la pipì addosso.” commentò mostrandomi il punto imbrattato.
“Non dovrebbe impiegarci molto ad asciugarsi…” cercai di confortarlo.
“Non credo.” continuò lui, “Sono fradicio, vuoi sentire?” Lo scrutai, cercando di capire se si trattasse di un vero invito.
Lui afferrò il mio polso, e rompendo ogni indugio, appoggiò la mia mano sul suo pacco.
“Certo che vuoi, avvocato…” proseguì.
Sentii il suo pene crescere velocemente: continuò a strofinare la mia mano sul suo membro fissandomi negli occhi.
Ero come ipnotizzato: passarono diversi secondi durante i quali non riuscii a reagire in alcun modo.
Poi sentii qualcuno che si avvicinava a passo svelto e
ritirai istintivamente la mia mano.
“Scusate, se la fa addosso…”
Un uomo con il suo bambino entrò di corsa e sparì nel gabinetto...

per acquistare clicca qui   Avventure di un gay perbene

Nessun commento:

Posta un commento